Sono nata e cresciuta fino all’età di 25 anni in Svizzera tedesca a Sciaffusa. 

La mia passione per il canto inizia all’età di tre anni, dove ho iniziato a cantare in un piccolo coro. All’età di cinque anni frequento corsi di danza classica, Rock n’Roll e a dieci anni danza moderna e canto. Partecipo a livello nazionale a concorsi canori della canzone italiana classificandomi spesso nei primi posti. 

A 12 anni passo le selezioni Svizzere per partecipare all’accademia di Sanremo giovani. Un anno dopo incido un’ album chiamato “Semplice”. Segue il progetto “Fründe – Friends” in collaborazione con noti artisti Svizzeri come Marc Storace, Gigi Moto, Natacha e tanti altri.

Non avendo ancora maturato la decisione di voler intraprendere la carriera da cantante, decido di iniziare un apprendistato come consulente viaggi presso l’agenzia di viaggi Hotelplan. Inizio a conoscere da vicino il nostro magnifico mondo, la natura, la storia, le varie culture e religioni. Ed è proprio in un viaggio a Vienna che ho scoperto il mondo del Musical, guardando il Musical “Elisabeth”. Da subito ho capito che era quello che volevo fare nella mia vita, esprimermi e raccontare storie combinando il canto, la danza e la recitazione. Entusiasta decido dopo l’apprendistato di formarmi come attrice di Musical presso la SAMTS – Stageart Musical & Theatre School di Adliswil (ZH). Per finanziarmi gli studi ho continuato a lavorare a tempo parziale presso la sede centrale dell' Hotelplan. Dopo gli studi ho approfondito la tecnica del canto da Mei Siang Chou a Berna (Insegnante di Complete Vocal Technique - CVT) e ho frequentato corsi di Flamenco.

Ho avuto la possibilità sia durante che dopo gli studi di lavorare come solista in vari Musical della Svizzera, Germania e del Lichtenstein in ruoli come Macchina in “Space Dream”, Marty e Frenchy in “Grease”, Tina in “Alperose”, Peppi e Atala in “Frühere Verhältnisse” e “Häuptling Abendwind”.  Esperienze belle che mi hanno fatto crescere a livello professionale e personale. 

Anche se molto entusiasta e convinta che essere attrice di Musical fosse ed è tuttora la mia vocazione artistica, nel futuro lontano non mi vedevo girare il mondo per vivere la professione di attrice di Musical. Anche perché avevo ben presto maturato il desiderio di crearmi una famiglia. 

Sentivo anche il bisogno di voler investire il mio tempo in progetti di una certa profondità, spettacoli che lanciassero dei messaggi e facessero riflettere. Ad un certo punto mi sono fermata per maturare la via da seguire, fino a prendere consapevolezza che la realizzazione e la felicità della persona non è sinonimo di carriera, ma semplicemente giorno dopo giorno sforzarsi a divenire una persona migliore, scoprire a ciò che si è veramente chiamati ad essere e proseguire su quella via.

Arrivata in Ticino sono ritornata alle mie origini, a lavorare per l'Hotelplan nelle filiali ticinesi. Nel frattempo mi sono sposata e sono diventata mamma. Con l’aiuto di mio marito (docente di cultura religiosa), abbiamo messo in scena il Musical “E sia la luce” con allievi di scuole medie e liceo in collaborazione con la Parrocchia di Locarno. Dopo questo bellissimo progetto, ho maturato la voglia di voler lavorare con tutte le generazioni, proponendo dei corsi di danza, canto e recitazione creando dei progetti di Musical sacri o progetti sociali – interculturali per promuovere l’unità nella diversità. Credo profondamente che nel rispetto della propria identità tutti i vari doni possono nell’unione fare la forza. E allora, davvero, i sogni possono divenire realtà.